laboratorio di fotografia in bianco e nero

Il laboratorio di fotografia in bianco e nero su pellicola, intende fornire ai ragazzi e alle ragazze partecipanti, le prime nozioni sia teoriche che pratiche di utilizzo della macchina fotografica e tecnica di stampa in bianco e nero.

Il corso intende proporre un diverso approccio alla fotografia e allo sguardo del reale, si vuole portare i partecipanti a una consapevolezza della percezione e interpretazione di ciò che ci sta intorno, in opposizione al sistema “mordi e fuggi” proposto dall’introduzione degli smartphone che permettono un numero infinito di fotografie, ma quasi sempre di scarsissima qualità e senza una reale osservazione e “presenza” nel momento. Senza una scelta consapevole. Una tendenza all’omologazione infinita, una fame chimica di immagini per esistere.

Fare una fotografia vuole dire “indicare”, portare all’attenzione, isolare dal resto un dettaglio del mondo, che in qualche modo ha colpito la nostra attenzione o la nostra fantasia e le sue capacità di interpretazione del reale, e questo ci porta a volerlo “evidenziare”, isolarlo, renderlo unico, congelarlo “per sempre” tramite uno scatto.

Con l’utilizzo di macchine fotografiche a pellicola, e successivamente con il lavoro in camera oscura, si intende proporre questo approccio all’arte visuale. Utilizzando la pellicola i nostri scatti sono limitati, per cui saremo obbligati, a scegliere quando e come scattare, decidere un inquadratura che per forza escluderà tutte le altre, porci delle domande rispetto a cosa sentiamo, cosa vogliamo raccontare e in che maniera abbiamo deciso di farlo.

Il laboratorio sarà costituito da una serie di incontri che partendo, dai concetti fondamentali della tecnica fotografica (cos’è un diaframma, un tempo di posa, la profondità di campo…) si sposterà in breve tempo su un ragionamento condiviso con i ragazzi su cosa ci colpisce emotivamente e come vogliamo raccontarlo.

Ci saranno dei momenti di “lezione teorica” e altri momenti “sul campo” in cui i ragazzi verranno invitati a lavorare su una proposta portata da loro per poi valutare insieme gli scatti effettuati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *